DERATTIZZAZIONI - DISINFESTAZIONI
SANIFICAZIONI E DISINFEZIONI AMBIENTALI

Secondo metodiche H.A.C.C.P. - Direttiva CEE N°93/43  - D.Lgs. n°155/97e successive modifiche

SERVIZI
AMBIENTALI
RITIRO RIFIUTI SPECIALI MANUTENZIONE
AREE ESTERNE
 

Azienda Certificata
Sistema Gestione Qualità ISO 9001
ed Ambientale ISO 14001

> L'AZIENDA

 .:  Chi siamo

 
 .:  Dove siamo  
 .:  Mission  
 .:  Mezzi ed attrezzature  
 .:  Certificazioni  
 .:  Spot televisivo  
> I SERVIZI
 .: Derattizzazione  
 .: Disinfestazione da     insetti volanti  
 .: Disinfestazione da     insetti striscianti  
 .: Disinfestazione da     altri artropodi  
 .: Monitoraggio e      controllo infestanti  
 .: Riconoscimento e     classificazione     scientifica degli insetti  
 .: Trattamenti sul verde e lotta alla processionaria  
 .: Trattamenti anti-     parassitari sul legno
e su imbarcazioni
 
 .: Sanificazioni e     disinfezioni ambientali  
 .: Allontanamento     volatili e recupero     locali in disuso  
 .: Manutenzione Aree Esterne  
 .: Ritiro rifiuti speciali  
 .: Vendita prodotti  
> LA LEGISLAZIONE
 .:  Direttive comunitarie
e D. Lgs. n°155/97

Reg. Com. 852/04 CE
 
> INFORMAZIONI
    E NEWS
 .:  Tieniti aggiornato  
> PER CONTATTARCI
 .:  Inviaci una e-mail  
 
 


DISINFESTAZIONE DA ALTRI ARTROPODI
 

 
 

 
Pulci e zecche

Zecche e pulci sono artropodi che appartengono a classi zoologiche ben distinte, aracnicdi ed insetti, ma abbiamo ritenuto opportuno abbinarle in quanto infestanti strettamente legati alla presenza di animali domestici, cani e gatti, o selvatici (mufloni, cinghiali, ecc.)

  • Le pulci sono insetti di piccole dimensioni, comprese tra uno e sei millimetri, il corpo è schiacciato lateralmente e sono dotate di zampe posteriori molto sviluppate, che consentono loro di spiccare salti fino ad un metro di altezza.
     


    Trasportate dagli animali, infestano ambienti  chiusi ed aree esterne.  Le larve si costruiscono un bozzoletto utilizzando polvere e detriti, nel quale possono permanere anche per lunghi periodi, in genere fino a quando non avvertono che nell’ambiente è penetrato un possibile ospite; allora, improvvisamente ed in brevissimo tempo abbandonano il bozzolo alla ricerca di nutrimento: per questo motivo case od ambienti lungamente deserti si riempiono di pulci una volta che qualcuno torna ad occuparli.

  • Le zecche sono parassiti esterni di mammiferi, uccelli, rettili e di alcuni anfibi.  Il corpo è in genere rotondeggiante e sono dotate di quattro paia di zampe; sia maschio che femmina si nutrono di sangue e sono diffuse a tutte le latitudini.
    Alcune specie di questi parassiti sono velenose e possono provocare paralisi; sono inoltre vettori di numerose malattie quali encefaliti, tifo, febbre bottonosa, ecc.
     


    La zecca del cane è particolarmente temibile non solo per il tormento che infligge agli animali parassitati, ma anche e soprattutto per l’estensione delle infestazioni all’interno ed all’esterno delle abitazioni, dove si nasconde in crepe di muri, dietro coprifili e battiscopa, negli interstizi e rivestimenti, ecc..

METODI DI LOTTA:

E’ necessario intervenire simultaneamente:

1.  sull’animale domestico infestato, con specifici prodotti antiparassitari;

2.  nei locali e nelle aree infestate effettuando una nergica disinfestazione, sia con irrorazione di insetticida liquido a lunga residualità, che con fumigazioni nei vani chiusi.

 

 

Cimice dei letti

Da qualche anno questo insetto è tornato a fare la sua comparsa su treni, in camere d’albergo, bungalow, ecc., ed al disinfestatore è richiesta attenzione e professionalità per intervenire in modo adeguato.

La Cimex lectularius L. è presente nelle città d’arte, nei posti turistici, sui mezzi di trasporto, ecc. e viene trasferita da un posto all’altro con i bagagli;  è un insetto ematofago relativamente piccolo (lunghezza 5 mm. larghezza 3 mm.), dalla forma ovale e dal colore marrone rossastro.

Esse pungono l’uomo, che solitamente non se ne accorge subito, ma successivamente accusa infiammazioni, gonfiori e rossori, che possono persistere per un certo periodo se non trattati adeguatamente.
L’intervento di disinfestazione prevede un’accurata indagine visiva su materassi, dietro le testate dei letti, dietro i battiscopa e coprifili delle stanze, ecc. ed un trattamento energico con insetticida liquido o in polvere bagnabile, associato ad una nebulizzazione dei locali.
E’ preferibile distruggere i materassi, i guanciali e le imbottiture infestate e provvedere alla loro sostituzione.

 

 

Onisco

L’Onisco o “Porcellino di terra” è un artropode di colore marrone, lungo circa un centimetro e largo 5 mm., spesso presente nei giardini, sotto vasi, in crepe, lungo pareti, ecc. ma può essere diffuso anche in locali interni di stabilimenti, depositi, archivi.

Appena lo si tocca si arrotola come una pallina, per difendersi e limitare la traspirazione ed il prosciugamento del corpo. Esso predilige i luoghi bui ed umidi, dai quali si allontana quando diventano secchi, alla ricerca di acqua.

Normalmente non rappresenta un pericolo per l’uomo, ma in caso di forti infestazioni, specie in magazzini di derrate alimentari, è opportuno intervenire per bloccare la propagazione.

 

 
 Fai di "Igiene Service" la tua Pagina Iniziale Aggiungi "Igiene Service" ai tuoi Preferiti


IGIENE SERVICE S.R.L.
Largo Pianosa, 3 - Loc. Antiche Saline - 57037 PORTOFERRAIO (LI)
Tel 0565 915954 - Fax 0565 918400 - Cell. Aziendali 335 7543404 /5
E-mail info@igieneservice.net   igieneservice.srl@pec.it  - Partita IVA e C.F. 01711810497

Iscr. Reg. Imp. C.C.I.A.A. R.E.A. LI 151402 - Albo Artigiani 34549